06 settembre 2011

Le recensioni di Altribit: affiliamo la spada sulle tastiere più in voga degli anni '80

La breve coreografia dei titoli di testa..
                                        
Un pericoloso confronto: fiamma in arrivo
LEGEND OF KAGE (Taito 1984, Arcade)
Solitamente abile nel riprodurre i coin-op più in voga al tempo (Hyper Sports, Mikie, Ye are kung fu,Green Beret sono referenze sufficienti), l'Imagine riuscì nel tal caso a sfruttare nel peggiore dei  modi una licenza d'oro, che comunque, nonostante i pollici versi delle riviste di settore, fruttò alla casa inglese il suo bel ritorno pecuniario (grazie anche al marchio TAITO, una garanzia). Non c'è molto da dire sulla trama dietro Legend of kage, vi basti sapere che c'è l'ennesima principessa rapita che aspetta il nostro guerriero alla fine di 6 livelli brulicanti ninja accoccolata teneramente (è proprio un fascio di corna ques'uomo, altro che i samurai!) ad un demone sputafuoco. La dinamica  è decisamente interessante ed immediata (ripresa qualche anno dopo da Mirai Ninja della Tecmo e parzialmente da Ninja Spirit della Irem): il vostro personaggio (al secolo Kage significa ombra) è dotato di una doppia lama per i contatti ravvicinati (ho visto di rado tale inesperienza sessuale NdR) e di shuriken illimitate per fare fuori gli avversari a distanza; Kage è inoltre decisamente agile e veloce, in grado di arrampicarsi e di saltare da un albero all'altro con una disinvoltura impressionante. Ad onor del vero gli avversari non sono molto vari ma alcuni di loro decisamente pericolosi specie quando sbucano fuori all'improvviso oppure quando sputano fuoco, mentre gli sfondi vanno dalla foresta delle prime battute  alla reggia dov'è intrappolata la principessa Kirihime, per tornare fra alberi secolari, teatro dello scontro finale.



Tecnicamente (ricordo siamo nell'84) il gioco è decisamente valido: scrolling multidirezionale e parallattico veloce e sprites e sfondi (buono l'effetto dei fulmini) ben colorati, anche se alcune animazioni potevano avere più frames. Sul fronte dell'accompagnamento sonoro urge segnalare uno squisito motivo di accompagnamento di buona esecuzione, che nonostante si ripeta per tutto il gioco contribuisce non poco ad aumentare il livello di adrenalina. Ma andiamo ad esaminare le versioni casalinghe:


LEGEND of KAGE (Ocean/Imagine1987x64,Spectrum, AmstradCpc,Taito1986x NES/MSX, Nidecom Carry/Sps 1986xSharpX1turbo) 

Lo spazio è poco su C64: stringiamoci
C64: Come accennato gli adattamenti di Legend of Kage fatti dalla Imagine non riuscirono  mai a creare  quell' ideale  trait d'union fra realizzazione tecnica e feeling che aderisse ai limiti delle architetture a 8 bit delle  macchine Sinclair & Commodore. I programmatori dovettero fare i conti con componenti generazionalmente simili ma decisamente sottodimensionati (facendo i calcoli, a livello di potenza bruta uno Spectrum 48k è circa 1/5 della scheda originale). Ad ogni modo  il lavoro svolto sulla vers. c64 è deplorevole considerata la generosa dotazione ludica (scrolling & sprites hardware) di cui disponeva: una volta scritto un fedele adattamento dell'incalzante colonna sonora originale (e la resa del SID allora era ineguagliata persino dalla maggior parte dei coin-op), lo sciagurato coder ha pensato di smorzarla durante l'azione in favore di effetti vecchi e brutti. Magari fosse tutto qua...l'agilità e la rapidità del protagonista (caratteristiche prime  della vitalità del concept originale) sono ridotte del 150% circa: Kage e gli altri ninja appaiono come figure espanse e abbozzate (tratte brutalmente dagli esempi del manuale Commodore, insomma;ndr). Parodizzando le animazioni si potrebbe poi citare la sequenza della corsa, che è l'antitesi di quella del personaggio principale del glorioso Impossible Mission. La finestra in cui si svolge l'azione di gioco, infine, è orribilmente piccola. Per queste "poche" ragioni si becca un mitico:  Globale: 21%

Kage al negativo
Spectrum: Il coefficiente di bassa velocità, unito alla visuale ristretta del C64 sembra qua invertito, rendendo sì migliore l'impatto, mentre l'approccio diventa piuttosto casual facendovi sentire più miopi del solito (i personaggi sono piccoli e il colour clash è sempre in agguato sugli alberi) una volta di fronte all'ostile clan degli avversari (soliti a non trattenere con loro le shuriken ma a  scagliarvele addosso senza pietà). La scelta cromatica è alquanto discutibile: il coin-op aveva una palette di quasi 200 colori, ma da qui a colorare  gli alberi di rosso/viola... ai titoli fa la sua porchissima figura un anonimo motivo piezo-acid-soporifero.   Globale: 39%



La schermata iniziale
Amstrad Cpc:  Nonostante sprites e fondali siano assolutamente dilettanteschi (il personaggio principale è particolarmente orripilante), in questa versione ho finalmente ritrovato lo spirito dell'originale!  Strano a dirsi per un computer che con lo scrolling ha sempre avuto problemi (e qui per giunta se ne richiedeva uno multidirezionale!), ma lo  scorrimento a spinta adottato dai programmatori funziona in modo egregio, mentre il tasso di difficoltà, a differenza di quanto visto su Spectrum è finalmente umano. L'accompagnamento sonoro è in questa versione  fedele con musiche ed effetti on-game. Globale: 60%


Sul Nes finalmente si ragiona
NES: ad opera della stessa Taito,  e  comunque ben lontana dal disastroso operato di Ocean/Imagine, questa conversione  per il biscottone a 8 bit Nintendo è decisamente sopra le righe. È incredibile, manca lo scrolling multistrato della versione originale, i personaggi non sono altrettanto definiti e forse sono pochini su schermo,  la musica non è altrettanto galvanizzante (ahimè) ma la velocità e gli schemi dell'originale sono intatti. Previa  la tavolozza dei colori ridotta rispetto al coin-op (comunque 52 contro 176) l'impatto è assolutamente lo stesso, e sono rimsto impressionato dal modo in cui Kage piega le ginocchia prima di fare un balzo.. Più avanti la grafica è sempre buona, con una rappresentazione decente  della dimora nemica. Una volta aggiunto che nella cartuccia sono presenti anche un paio di livelli aggiuntivi vi sfido a non  ricorrere a vie più o meno legali nel tentativo di procurarvela. Globale:76%

Bem il mostro umano?
MSX: Dalla foto quello che può sembrare di primo acchitto un lavoro discreto è invece poco più di un bieco esercizio di programmazione.... di scrolling multidirezionali fluidi sull'MSX1 non è che ne veda tutti i giorni, ma quà i risultati rasentano lo sconforto.  Le piante e il personaggio principale, ok, sono buone (con un senso di profondità che manca alle altre versioni), ma i ninja avversari scorazzano monocromatici e confusi sparendo sovente dietro le tenebre dello sfondo. La parabola dei salti è lenta e angosciante mentre  la limitazione intrinseca dei comandi (un tasto invece di due) ci impedisce  di respingere  le shuriken nemiche. Ad onor del vero non sono andato molto avanti (mi è venuta l'orticaria), per cui se  qualcuno  avesse avuto il fegato di portare a termine tutti gli OTTO livelli è pregato di segnalarci eventuali (e positivi) colpi di scena. Globale:20%


La migliore del lotto
SharpX1: non ho visto molte trasposizioni da coin-op per questa macchina, ma dopo il disastroso Space Harrier (codice mutuato comunque dal vecchio MZ80) non mi aspettavo certo un risultato simile su una macchina destinata prevalentemente al teletex. Ad onor del vero il gioco uscì solo per la i modelli Sharp Turbo, che di fatto portavano la modalità HR a 640x400 (davvero niente male per il 1984) lasciando dov'erano il resto delle specifiche della macchina (Z80 a 4Mhz, 8 colori ridefinibili, ecc.). L'azione è  veloce e la SPS ha fatto miracoli con la palette e  sprites che abbondano su schermo, e sebbene lo scrolling non sia perfetto, questa sembra proprio essere la versione più fedele all'originale. Pollice alzato anche per la resa del tema musicale. Globale:85%



4 commenti:

Kekule ha detto...

La pagina fb di Legend of Kage l'ho fatta io. Devo dire altro?

C64 ha detto...

Devi darci l'URL :)

Il Circuito della Sete ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Il Circuito della Sete ha detto...

presumo sia questa :)

http://www.facebook.com/pages/The-Legend-of-Kage/279866005368882?sk=wiki

mi accorgo solo ora di aver omesso che il gioco va terminato due volte, che Demon Sword x Nes scopiazza il gioco in maniera imbarazzante e altro. Provvederò quanto prima ad aggiungere un box integrativo ;)