31 agosto 2011

Cenere sulla Piazza Rossa, Mr.Sugar: le recensioni di Altri bit


Strider(1988Capcom/1989US.Gold,Amstrad Cpc,C64, Spectrum, Amiga, Atari ST)



uno dei momenti più felici del gioco: come farsi incornare
Cpc 464/6128: Se pensavate che la versione C64 fosse orrenda, allora dovreste dare un'occhiata a questa...che, già condividendo col biscottone Commodore un nome come Tiertex, provocherà i conati a chi ha vissuto i primi anni 90 col terrore di vedere le licenze domestiche dei propri coin-op preferiti acquisite dal publisher U.S. Gold e quindi appioppate agli sciargurati coders inglesi. Il ripetitivo sibilare della spada, che immediatamente assalta i timpani, è reso con il più afono e noioso dei suoni PSG possibili, e a dirla tutta, non ascolterete molto altro durante il gioco, tranne una bozza del tema originale del primo livello curiosamente suonata un'ottava più in basso. "Closer" dei Joy Division, piuttosto, sembra la colonna sonora ideale per vivere al meglio questa quadricromia, invero ridicola messinscena dall'abito funerario (date un occhiata ai colori e poi toccatevi i testicoli, che è meglio). È impossibile andare avanti senza rischiare una retinite: la città del primo livello è stata orribilmente mutilata dello sfondo e quel che ne rimane sono i negativi degli scenari originali in costruzione (almeno sul c64 i cupoloni delle moschee erano quantomeno accennati) con delle impalcature color cenere (la tinta primaria del gioco) che scorrono a blocchi in uno sfondo terribilmente vuoto. Anche bonus e forze nemiche risultano ridotti in numero e tipologia...con dei tagli importanti come il dinosauro meccanico del quarto livello o il confronto con la sfera antigravitazionale del terzo, qua immobile al centro dello schermo senza una forza centripeta degna di sollevare il nostro eroe e farlo girare intorno.

Il buio vi è complice...peccato vi scoprano sempre

La versione Amiga, sviluppata (sigh) con l'ST in mente
Certi sfondi li vedrete solo su console (MD)
Nel progetto della Tiertex immagino ci fosse di scarnificare i fondali al minimo storico (con risultati migliori sull'Amiga ma comunque lontani da quanto visto più o meno nello stesso periodo su Megadrive e X68000, i porting più validi realizzati non a caso da mamma Capcom) visto che scene come la spettacolare discesa sulla neve (piaciuta tanto da essere riproposta l'anno successivo da Capcom in Willow) scivolano via in maniera del tutto anonima, vale a dire sfondo nero e niente esplosioni. Non male insomma come disastro per un gioco basato sulla spettacolarità....non pretendevo il miracolo, ma sicuramente meglio per Il nostro Strider, funambolo spadaccino impegnato a salvare il mondo schierato prima contro l'Armata Rossa (ricordiamo che quando uscì eravamo ancora in piena guerra fredda),  poi contro il Grandmaster Meio (qua le locuzioni dialettali si sprecherebbero; ndFlip), potente mago che lo aspetta sul finale in una base spazia fra la terra e la luna. E invece rimane un platform anonimo (peraltro popolato da nemici che vanno giù con una facilità disarmante) con un tizio che si arrampica su muri e piattaforme facendo capriole anche dove non ve ne sarebbe bisogno e tira di spada in maniera abbastanza monca, in scenari bui e privi di qualsiasi lezione di lessico ornamentale....GLOBALE: 21%

Il primo livello su c64, poco meno orrendo che su Cpc, in verità

                                  Non potevamo resistere dal darvi in pasto il longplay completo (Arcade)

3 commenti:

fr3ddy & WonderAng ha detto...

mamma mia quanto era brutto per C64!!!!!!!!!!
Ma trovatemi un bel gioco marcato US.Gold ahahahah

C64 ha detto...

Accetto la provocazione (limitata al C64): Ghouls 'n' Ghosts, Black Tiger, Alien Storm, Buck Rogers, Congo Bongo, Pole Position, Rygar, Thunderblade, Zak McKracken and the Alien Mindbenders ;)

fr3ddy & WonderAng ha detto...

ahahahah,mi hai fregato,cmq ghouls'n'ghost non era un granché :)