31 dicembre 2011

Invasori spaziali tostati

Avete perso il treno del regalo natalizio retroludico? Potete ancora salvarvi per il rotto della cuffia piazzando nella calza della Befana questo tostapane di Space Invaders...


 (uff, m'è venuto bruciato un'altra volta!)

Buon 2012!

29 dicembre 2011

Bubble Bobble torna sul CPC

Sì OK, una conversione uscì già nell'87 ma non aveva musica e scarni effetti sonori, questa nuova invece (cliccate sul logo della pagina per scaricarla) spacca su ogni fronte, a cominciare dal comparto grafico e gira su tutti i modelli di CPC, incluso quelli da 64KB. Confrontate voi stessi:

(sopra l' originale, notare la scelta cromatica o il design del cruscotto in confronto alla versione nuova qua sotto)

27 dicembre 2011

Irradiazioni prospettiche dell'MSX

Il misconosciuto (in buona parte dell'Occidente) modello Turbo R dell'MSX ha avuto finalmente il suo bravo engine in ray casting grazie al nostro connazionale Artrag, e il tutto in soli 45KB!

(non vedo l'ora di sparacchiare a qualcosa!)

26 dicembre 2011

Gli arcani videoludici del 2600 svelati dall'iPhone

Se siete utenti iPhone/iPad c'è qualcosa di più profondo dei vari remakes ed emulatori a stuzzicare la vostra nostalgia. "Dragster Magic" di (rullo di tamburi) David Crane, promette di svelare ogni recondito segreto della programmazione di questo titolo Activision e del VCS in generale.

(magari Pitfall era più interessante da sviscerare)

25 dicembre 2011

Buon Natale ad 8 bit!


Auguri a tutti, in particolare a Parside e Gixio che m'hanno telefonato e Flip che m'ha invitato a pranzo per domani :).

24 dicembre 2011

Se la Lucasfilm avesse convertito "Lost" nell'87

Di certo si sarebbe basata sull'engine SCUMM, tanto caro da Maniac Mansion in poi, e con ogni probabilità anche lo stile grafico sarebbe stato su quella falsariga, ma una gallery val più di mille parole.

(magari la trama sarebbe stata la parte più problematica)

23 dicembre 2011

Nessuna pietà per SuperMario? Almeno una sì!

Il designer Kordian Lewandowski ha voluto rendere omaggio alla "Pietà" di Michelangelo tramite Mario e la Principessa Peach (o viceversa). La statua, ricavata da un blocco di polistirolo espanso e di dimensioni considerevoli, è di considerevole effetto scenico, giudicate voi...
(quante vite gli saranno rimaste?)

22 dicembre 2011

Le strenne natalizie di GTW64

Come ogni anno il sempre nominato Gasking (Frank, ti fischiano mai le orecchie?) apparecchia una megainfornata di reliquie per C64 fresche di scoperta. Stavolta ci sono molte segnalazioni mie, tutte beta diverse dall'edizione finale, da Wizball, The Muncher, Trantor, The Movie Monster. Ben altri titoli sul cui rinvenimento non posso millantare alcuna paternità sono: Necronom, Shaolin's Road V1, Enduro Racer V1/V2, Microprose Soccer V1, Prince of Persia (quello dell'epoca mai uscito!), Runestone.

21 dicembre 2011

Nostradamus videoludico

(Robin Williams) "Nominami qualcosa che sia migliorato negli ultimi 10 anni.."
(Walter Matthau) "..."
( Robin Williams) "Ecco, vedi!"
(Kirsten Vigard) "I videogames!"

Dal film "Come ti ammazzo un killer", 1983.

Peccato fosse l'anno dell'omonima crisi dei videogiochi....

19 dicembre 2011

Guida aggiornata ai fantasmini di Pacman

Versione riveduta e corretta da Martin Refsal dei fantasmini di Pacman.

(un premio a chi li riconosce tutti)

17 dicembre 2011

Retrocomputing calabrese

Inaugurata la mostra Insert CoinRetrogaming 2011 alla Galleria nazionale di Cosenza (Palazzo Arnone, sala Angela Mazzuca) fino al 31 dicembre.

 (la foto di corredo all'articolo de "Il Fatto Quotidiano" si riferisce a Villa Borghese a Roma, ma loro non lo precisano, retro-pressappochismo!)

16 dicembre 2011

Dischetti, dischi e floppy all'incanto

L'americana OldSoftware.com svuota i magazzini con pacchi di floppy da 5.25" e 3.5" per Amiga, ST, IBM, C64, Apple II, Atari 8 bit e vecchi Mac. Come precisato dalla stessa li comprate a vostro rischio e pericolo.

(i backup non sono mai abbastanza!)

15 dicembre 2011

Grafica PETSCII via Fax

Chiamatela pure arte ma la legnosa inflessibilità dei PETSCII si piega agli estri creativi di questa galleria su Flicker di immagini molto retrò.

(la didascalia c'è sempre)

14 dicembre 2011

Space Invaders: il film


Affrettatevi al botteghino o rischiate di rimanere in piedi!
L'annuncio è di questa estate ma al botteghino ancora aspettiamo una data certa, della saga Taito degli invasori spaziali è stata annunciata la trasposizione su pellicola ormai da mesi. Uscirà anche in 3D?

12 dicembre 2011

Le recensioni di Altribit: sgranchire le meningi fra Russia e Nipponia

SPIN PAIR (Media Rings 1990, x PC Engine)

Le modalità di gioco sono ben quattro...
All'inizio fu Tetris, e da allora il mondo dei puzzle games non fu piu' lo stesso, sembrò che l'unico modo di concepire un puzzle game fosse di far cadere pezzi dall'alto e lasciare al giocatore l'ingrato compito di disporli secondo una sequenza piu' o meno logica, così nacquero i vari Columns, Puyo Puyo e via di quello stampo. Il Pc-Engine non è restato a guardare aggiungendo alla propria fornitissima softteca il ben più noto Hatris e questo Spin Pair. Come forse avete notato dalle schermate i pezzi scendono a coppia (in perfetto stile Puyo Puyo) sotto forma di sagome nelle quali si presenta un vuoto in uno dei quattro lati e sarà necessario colmarlo facendolo combaciare con un analogo pezzo sottostante: uno dei due pulsanti lo ruota di novanta gradi spostando il lato vuoto alla bisogna, l'altro scambia di posizione la coppia di elementi in caduta libera...se il ricongiungimento sarà andato a buon fine vedrete l'oggetto ricomporsi nella sua vera natura prima di sparire e lasciare spazio ai nuovi in arrivo trascinando via con sè tutti quelli dello stesso tipo presenti su quella riga. Il gioco offre le consuete quattro modalità di gioco di questo genere ovvero: solitario, con trama, sfida contro il computer e contro un avversario umano, nonchè permette la selezione di musiche di sottofondo e livello di difficoltà. Largo al commentino del buon Lanch:

09 dicembre 2011

L' Ipse dixit del C64

"Credo che attualmente stiamo spremendo il 64 come un limone. Ho sentito della gente dire le stesse cose un anno fa ma credo proprio che ora ci siamo." Chris Butler in una intervista a Zzap!, 1986.
 (rubata pure questa da casa Pachetti, sto accumulando un pessimo karma)

06 dicembre 2011

La magia del NES alla lavagna...

Ecco qua una lavagnetta magica, gli americani la chiamano "Etch-a-sketch", una reliquia anni '80 controllata da una tecnologia non meno paninara quale il pad del vecchio NES! (Articolo in spagnolo, con video).

29 novembre 2011

Wolfenstein monodimensionale

Rubo senza vergogna alcuna dalla corrispondenza Facebook "in chiaro" di AndreaP la notizia di oggi: una versione unidimensionale di Wolfenstein, in cui dovete far procedere un singolo pixel lungo una retta, niente male eh?

(non so se l'hardware della PS3 può reggere tanta potenza grafica)

28 novembre 2011

I grandi insabbiamenti del Governo USA toccano il SNES

I complottisti delle scie chimiche e delle cospirazioni dei grandi vecchi ci andranno a nozze: "Socks the Cat Rocks the Hill" prometteva nel '93 di svelare le insidiose manovre segrete all'ombra della Casa Bianca prendendo a protagonista l'allora celebre gatto di Bill Clinton. I soliti poteri occulti fecero fallire la divisione americana della Kaneko, publisher del gioco, e il resto lo fece la strettissima politica di depistaggio della lobby massonica Skulls & Crossbones di autocensura della Nintendo di quegli anni.
(trivia: lo sapevate che ho visto di persona Bill Clinton  e che ho alloggiato in un albergo a pochi metri dalla Casa Bianca? Ah non ve ne frega niente? Insabbiamo pure questa allora!)

24 novembre 2011

L'oceano che non t'aspetti...lo cavalca l'Enterprise



Il fido F.Gasking sarà contento: Sub Hunter ha da poco la sua bella conversione (a voi l'onore di spulciare questo breve thread per il file) per l'Enterprise 128 (thanks to Noel Persa). Invece di affogare i vostri dolori nella proverbiale sbronza notturna del giovedi' (dite la verità: la serata era iniziata con l'intento di "risparmiarvi" per il fine settimana NdR) munitevi della macchina originale (si, come se fosse roba di tutti i giorni trovarne una) o di un emulatore e sganciate bombe e siluri diecimila leghe sotto il vostro quoziente intellettivo (ah, benedetta ultraviolenza...pensare che è appena uscito il nuovo SS dei Croteam!)...da notare che il codice riprende molto della versione Amstrad Cpc.

23 novembre 2011

Spixelliamo!

Due ricercatori Microsoft hanno elaborato un algoritmo depixellatore per trasformare la vecchia grafica 8 bit in qualcosa di appetibile oggi, allo studio l'applicazione negli emulatori...
(cavia dell'esperimento il delfino di SuperMarioWorld)

21 novembre 2011

Bollicine di game design



Su quali principi si basa il game design? Cosa distingue il capolavoro dalla ciofeca? A Videogame.it se lo chiedono partendo da un classico come Bubble Bobble!

18 novembre 2011

Le recensioni di Altribit: dal dimenticatoio siderale dell'Atari ST

BOLD (A game by Laurent Kelmer, 2004, x Atari ST)

L'inizio dell'avventura, zaino in spalla
Vista la penuria di shoot'em up encomiabili e recenti per il 16 bit Atari mi sono lanciato su questo Bold - rimaneggiato e terminato dall'autore nel 2004 dopo anni di battaglie e ripensamenti con il codice - accompagnato dalla dedizione di un adepto satanista. Nella documentazione ho rilevato oltre ad alcuni stridenti pavoneggiamenti (roba da inchinarsi di fronte a cotanta audacia ndFB) di Laurent Kelmer (del quale sito in rete aimè non v'è più traccia, chiedete pure in privato se volete una copia del programma)  anche il doveroso utilizzo del Tos 1.02 pena un'esecuzione troppo rallentata del programma. A questo punto, una volta cautelatomi, non mi aspettavo la fluidità di Xenon 2 ma nemmeno che sprites e fondali fossero cosi' traballanti! Mr. Kelmer a voler inserire a tutti i costi uno scorrimento multistrato (lodevole in una macchina che fa perno totalmente sul 68000 per disegnare sprites e scrolling) ha finito per sacrificare alcuni aspetti essenziali come la giocabilità......

16 novembre 2011

Mario e PETA, nemici per la pelle

L'associazione per il trattamento etico degli animali, PETA appunto, sta portando avanti una campagna contro il baffuto idraulico per il suo indossare una pelle di tanuki (il tasso giapponese ben noto ai fanatici dell'immaginario nipponico) nel nuovo titolo in uscita. Il costume della discordia in realtà già aveva fatto il suo debutto in Super Mario Bros 3 sul NES vent'anni fa, ma molti vogliono vedere solo un pretesto di PETA per attitare l'attenzione sulla barbara pratica di scuoiare vive queste bestiole.

(Altribit è un blog inadatto a un pubblico sensibile, no?)

14 novembre 2011

1989 ed è già possibile giocare a Turrican?



D'altronde le immagini la dicono lunga sulla bontà di quel che stava per accadere (facciamo stipendi triplicati?..ma anche no, viste le spese legali che premevano causa Giana Sisters & Katakis NdR) negli uffici della Rainbow Arts...ma fate anche attenzione all'audio : incastonate fra le tracce di un pacchiano remix di Enola Gay (!!!!), in questo sfiziosissimo documentario sui progetti in corso della sw teutonica (fra cui appunto il titolone di Manfred Trenz), è possibile persino udire alcune tracce di quelle che saranno le idee alla base della granitica OST di Turrican 2....due piccioni con una fava (...)

11 novembre 2011

Molla il pad e guardati una demo

Da un sito fanatico di retrogaming come HardcoreGaming 101 arriva quale piacevole sorpresa una breve "Introduzione alle demoscena" che si spera attiri l'attenzione anche dei patiti del joypad...

09 novembre 2011

Firenze Vintage Bit 2011, 26-27 Novembre

Fabio 'FBY' Barzagli ci ricorda di questo imminente evento toscano, ecco un estratto dal programma: "Vi saranno come già annunciato sulla locandina, due gare di software, una relativa alla musica ed una ai videogiochi che avranno lo scopo di mostrare al pubblico le potenzialità delle macchine e l’ingegno degli sviluppatori dell'epoca che crearono tali programmi.
La partecipazione a tali gare è facoltativa, ed avverrà nel seguente modo: L’espositore userà un solo tipo di retrocomputer (ad esempio l'Amstrad CPC464) e sia nella gara musicale che in quella dei videogiochi presenterà solamente 2 programmi.
La gara avrà il seguente vincolo: la musica ed i videogiochi che i computer dovranno usare per la competizione, devono essere ripresi da Films, serie TV o Cartoni Animati dell’epoca (anni '80). Questi programmi pertanto dovranno essere di quel periodo e potranno essere presi da qualsiasi fonte.
Deroga a tale vincolo si ha solo se si espone un retrocomputer talmente raro che non ha mai avuto tale software, vedi ad esempio il computer Jupiter ACE.
Chi parteciperà alle gare deve dare/spedire copia dei files che userà e dire quale emulatore usare in modo che gli organizzatori possano allestire una postazione usando un PC (in ambiente WinXP), che sarà connesso con un impianto di amplificazione audio e video proiettore, il quale verrà usato come supporto durante le gare.
Sempre a propria scelta gli espositori potranno fare una conferenza relativa agli upgrade e novità hardware e software relativi ad una loro macchina. Pertanto durante l’iscrizione dovrete indicare se si vuole solo esporre le macchine, oppure se volete partecipare alle gare, o se siete interessati a fare una o più conferenze per mostrare le novità relative alla macchina e condividere le vostre conoscenze.
"

Sito ufficiale: http://retrocomputer.org

04 novembre 2011

Prima l'uovo o la CPU?

Se non sapete come reciclare il vostro Intel 4004 perchè non regge nemmeno uno scrausissimo muletto adibito al file-sharing, il suo inventore Federico Faggin (evito di menarvela sul fatto che dopo Leonardo la nostra line-up di geni comprenda lui) vi ragguaglia sulle emozioni provate nella notte in cui ha visto la luce. In occasione del 40esimo dalla nascita del primo microprocessore, il vecchietto sembra più arzillo che mai!

31 ottobre 2011

Cameron ci ha messo 11 anni x Avatar, Andrew Davie & socio poco meno per...


Bone Muncher:dimostrazione del "BBC power"
Sfornare una copia perfetta o quasi di un coin-op elaborato come Boulder Dash può costare quasi un decennio, implementare un intero mondo sotterraneo con tutti gli 80 livelli del mondo sotterraneo originale (con le 16 caverne e i 4 intermezzi ), con fisica, suoni (la title track peraltro è davvero valida) e grafica aderenti per quanto possibile al pupillo della First Star Software ha impegnato infatti i due programmatori Andrew Davie e Thomas Jentzsch per un periodo paragonabile alla gestazione del campione d'incassi Avatar. Disponibile al momento in demo e con un lancio previsto in tempo per il Natale 2011, dubito che possa subire la stessa sorte, vuoi per la limitatissima tiratura a 250 copie, vuoi per gli effetti speciali non all'altezza del capolavoro di Cameron.......e ancora, dall'infaticabile Frank Gasking ci arriva la segnalazione di una lista di titoli "ipertrainati" per c64 con la possibilità di visualizzare direttamente il finale senza attraversare invincibili tutti i livelli (relativamente utile, in quanto i longplay presenti in rete sono davvero tantissimi). Infine, stupiscono i risultati del motore alla base del nuovo gioco x BBC della Retrosoftware: nonostante il rilevamento di collisioni e l'animazione del protagonista mancanti, il cielo simil-copperizzato (se vi chiedete come sia possibile su una macchina a 8 colori date un'occhiata al filmato) e lo scorrimento parallattico multistrato fluido lasciano interdetti. Spero solo che questo Bone Muncher venga portato a termine....(in basso: Rockford è spiazzato stamattina: non trova le sue mutande....)




27 ottobre 2011

Le recensioni di Altribit: la Persia che non t'aspetti su MSX....e che inspiegabilmente continua ad infestare queste pagine

Ali Baba and 40 thieves ((Sega 1982, Coin-Op-ICM 1984, Msx, Suzy Soft 1985/87 Spectrum, C64)
Non vedrete la luce per tutto il gioco....
Nel 1982 i giochi si somigliavano un pò tutti o quasi, o meglio ad esempio titoli seminali come Space Invaders influenzarono pesantemente gli sparatutto di quegli anni (mi verrebbe da dire, non senza un certo rammarico, che oggi siamo tornati indietro a quei tempi :/), cosi' come i bootleg più o meno autorizzati si sprecavano: non sorprende che rimaneggiando un pò PacMan (e non a caso l'hardware e di conseguenza il driver del Mame sono gli stessi) la Sega fosse riuscita a congeniare questo "Ali Baba and 40 thieves". Lo scenario di gioco era l'allora consueto labirinto con dei ladroni al posto dei fantasmini che cercheranno di rubare il vostro tesoro (per la cronaca voi impersonificate Ali' Baba) dal fondo dello schermo sacco per sacco, starà a voi intercettarli in tempo prima che venga interamente trafugato nel loro covo posto nella parte alta dello schermo senza farvi catturare dal loro perfido capo pena la vita. Al centro del dedalo c'è un contatore che decrementerà ogni volta che arrestate un ladro, una volta azzerato sarete gratificati da una scenetta di intermezzo e passerete al quadro successivo. Occhio ai mistery items, il labirinto scompare per alcuni secondi e uno tra voi o il cattivone sarà ingigantito con piena licenza di far ciò che vuole. Largo ai commenti:


26 ottobre 2011

Prima di fare il sound test....


Hitoshi Sakimoto: Symphonic FM!
Disquisire su pregi e difetti dell'hw audio in dotazione al Megadrive/Genesis richiederebbe una giornata buona (complici i differenti risultati prodotti dai due chip made in Yamaha e Texas Instruments -per un totale di dieci canali- nella nutrita libreria di giochi usciti sulla macchina a 16bit e le difficoltà oggettive -principalmente a causa della scarsa memoria- che ebbero gli sviluppatori nel farli lavorare insieme con ottimi risultati): numerose le colonne sonore memorabili (Street of Rage o i titoli Treasure/Konami ad es.) ma anche parecchi fiaschi come -aimè- pressochè tutti i titoli in cui mise le mani la Software Creations (i sessantaquattristi a questo punto salteranno dalla sedia: Tim Follin infatti su MD è irriconoscibile...tranne qui). Qualcuno ha pensato bene di elencare TUTTI (o poco ci manca) i tool di sviluppo forniti da Sega (il "solito" GEMS) e/o driver proprietari (di sound engineer e compositori come Chris Huelsbeck, Hitoshi Sakimoto o Kevin Pickell) a cui hanno fatto riferimento i nostri musicisti. Amen (digitalizzato)

24 ottobre 2011

Il Jordan che risbuca dal passato remoto per illuminarci il passato

Per chi avesse il Joystick rotto (guai a parlare di pigrizia in questi casi), grazie a Colt Seavers c'è la possibilità di rendersi conto della bontà della recentissima reincarnazione di Prince of Persia sul piccolo C64.


La versione completa di questo capolavoro (da lanciare sul VICE) può essere scaricata qui

E inoltre, guardate cos'è saltato fuori dalle pagine (le prime 30 sono a consultazione gratuita, oltre non ci siamo spinti) del diario di sviluppo di Jordan Mechner (padre del gioco, per chi non lo sapesse):

OCTOBER 23, 1986
"Everyone in the office has been playing a lot of Tetris - a Russian
submission for the IBM PC. It´s a classic, like Breakout. But I don´t
think Broderbund is going to publish it. The knaves."

come dire...la Broderbund ha avuto l'occhio lungo (....)

21 ottobre 2011

Pacman più grande al mondo

Il Pacman più grande al mondo, un mare di statistiche, potete crearvi il vostro labirinto. Cosa fate ancora quaaaaa?!?!?!?!?! (fonte: Flip)

P.S.: questo weekend faccio un salto all'esposizione di Retrocomputing dell'Open TerniFestival di Terni, courtesy of RetroCommodore, Oldcomputers.it e gli altri. Se pensate di bazzicarci scrivetelo nei commenti o mandatemi una mail in privato.

20 ottobre 2011

Atari conosce il tuo nome

"Rose Garden" è una avventura testuale per i computer 8 bit di Atari diversa dalle altre per un particolare, contattando l'autore e fornendogli il nostro nome ci manderà una copia personalizzata che si rivolge a noi in prima persona. Ma non era più semplice inserirlo noi a inizio partita? Bella idea!

18 ottobre 2011

Campionato mondiale di Tetris

Come ogni anno al campus dell'Università della South California s'è tenuta la sfida planetaria a colpi di tetramini. I vincitori si sono portati a casa 5.000 dollari in contanti e premi oltre al prestigioso trofeo (indovinate di che forma?). Accanto al NES quale scelta obbligata per la singolar tenzone da questa edizione s'è affiancata una più moderna PS3, c'è da chiedersi perché non s'appoggino piuttosto alla mitica versione per Gameboy...


17 ottobre 2011

Una fenice a prova d'acqua: le recensioni di Altribit

Pausa caffè obbligatoria per potenziare i vostri riflessi..
Blork (Scienide,1997,Amiga): Scienide è un nome che non dirà molto o nulla affatto nemmeno all'orecchio dell'Amighista più incallito; questo misconosciuto gruppo tedesco nei secoli bui post-Commodore si era messo di buzzo buono a sfornare uno shoot'em up che dimostrasse come un Amiga 500 liscio potesse ancora far sbarrare gli occhi anche allo shoot'em-upparo di lungo corso. Finito nel dimenticatoio senza nemmeno passare dal Via, probabilmente questo capolavoro non l'hanno visto nemmeno gli amici più stretti dei suoi autori (altrimenti non mi spiego come in un periodo di vacche magre per i giochi commerciali non si fosse spesa almeno una parola su questo titolo). Passano gli anni e nel 2006 dai polverosi archivi di Pouet.net, tra i mille giochi realizzati a livello hobbistico dagli scener, dopo aver scansato tonnellate di ciarpame mi imbatto all'ultima pagina (quando chiunque sano di mente avrebbe già spento il computer e inforcato il letto) in questa gemma preziosa.

12 ottobre 2011

Nintendo a fumetti

Non so voi ma io sto aspettando esca questa graphic novel sulla storia della Nintendo. Partita come un progetto amatoriale di Bill Mudron, su ispirazione di un altro fumetto sulla nascita dei ramen instantanei (!!), ha trovato l'interesse di un editore e dovrebbe raggiungere le librerie tra la fine di quest'anno e il prossimo.

(bozza di una pagina dal capitolo sulla nascita del SNES)

09 ottobre 2011

I segreti delle anteprime


La palette è di quelle che non si dimenticano...
Una scena già vista, ma mai su C64!
Domenica sera stanca, l'infaticabile Gasking mi perdonerà se mi faccio bello col suo post sui segreti da scoprire disassemblando le preview dei giochi, ovvero grafica e musica, quando non interi livelli, rimasti inutilizzati e sepolti, e tante preziose chicche! (diciamo che fa conto pari con le ultime dritte che gli ho passato e troverete nel prossimo update di GTW64!). E ancora, udite, udite...è iniziato il conto alla rovescia per Prince of Persia su C64! La misteriosa falla lasciata dalla Broderbound verrà ricoperta il 18 Ottobre (uscita in formato digitale cartuccia crt. da usare col Vice), e i risultati sono a dir poco promettenti, come le foto lasciano intendere (thanks to Mr.Sid!!!). Da segnalare inoltre questo clone di Populous made in Psygnosis per Atari ST con gustose sezioni in sezioni in treddi scovato in questi giorni. In ultimo,  per par condicio, merita attenzione anche questa nuova, ennesima uscita per Zx Spectrum, una competente conversione dall'originale Boxxle x GB (chi di noi non lo conosceva NdR): giustamente il titolo è cambiato in Bozxle, mentre l'impronta di Sokoban è rimasta ingombrante più che mai.

08 ottobre 2011

Welcome to our foreign readers!

Almost 4.000 of our visitors hail from Italy, 1.200 are from USA (but this may be due to .com ), more than 1.000 are from an array of countries including Germany, Sweden, Russia, South Korea, Netherlands, UK, France and Poland. If you think we should make a bilingual edition of this blog feel free to drop us an email, write a comment, or vote in the upcoming poll we will place in the column on the right over the next days. Many thanks and enjoy your stay!

07 ottobre 2011

Game over per Steve Jobs

Ci piace ricordarlo con l'emulatore dell'Apple I, il computer da cui partì l'avventura della Mela morsicata di Cupertino. O come l'autore del prototipo di Breakout per l'Atari. Non chiedetemi cos'abbia fatto dopo, non sono molto aggiornato...

05 ottobre 2011

Se l'arcivescovo di Costantinopoli si sessantaquattrizzasse...

"64yourself" è un tool online per trasformare (quasi) qualsiasi vostra immagine nel suo equivalente sessantaquattresco, tanto nella risoluzione originale della vecchia carretta ammiraglia C= che in una definizione più attuale.
(sopra: una foto di Schwartznegger sapientemente renderizzata)

02 ottobre 2011

Konix, eureka!


Provaci ancora, Jeff!
La Konix Multisystem era una console a dir poco mitologica annunciata in pompa magna dalla stampa di settore a fine anni '80 e prometteva potenza a non finire pur assestandosi alla metà del prezzo dei diretti concorrenti. Difficoltà tecnico-organizzative fecero slittare tutto all'anno del mai, la buona notizia è il recentissimo rinvenimento di un kit di sviluppo assieme alla conversione di Robocod (James Pond II) dalla controparte Amiga, come riferisce Gamesthatwerent.com !

28 settembre 2011

Le recensioni di AltriBit: rimettiamo insieme gli altri pezzi della tuta...

A noi certosini stacanovisti indefessi di Altribit piace fare le cose fino in fondo, per cui ecco la recensione completa di The Sacred Armour of Antiriad, di cui avevamo rivelato il solo commento del buon Parside sulla versione originale di Stan Schembri x Commodore 64...

The SacredArmour of Antiriad(Palace Software/Epyx 1986, x C64, Spectrum 48k, Amstrad Cpc464/6128, Trs80 Model3, Apple2, PC Dos, Sharp MZ800)


"Nell'anno 2086 la pacifica comunità terrestre viene devastata da una invasione aliena e la popolazione deportata nelle miniere aliene.Alcuni si ribellano ma solo uno si distingue per coraggio e determinazione: costui si chiama Tal e viene incaricato dagli anziani di esplorare la superficie alla ricerca dell'oggetto che gli umani hanno creato a costo di enormi sacrifici, la Sacra Armatura di Antiriad, una tuta antiradiazioni che rende praticamente invincibile chi la indossi. Nella parte di Tal il vostro obiettivo principale è recuperare l'armatura e rovesciare in qualche modo il regime alieno. Una volta rientrati in possesso di Antiriad il problema successivo è rintracciare i vari elementi che aumenteranno i propri poteri quali stivali antigravità, antimateria, raggio laser e mine implosive, queste ultime poi indispensabili perchè necessarie a distruggere la base aliena.". (tratto dal foglio d'istruzioni allegato al gioco)

- In alto:l'artwork del gioco in uno schizzo dell'epoca (il codice è di Stan Schembri, autore anche di Cauldron I/II e Barbarian) -

26 settembre 2011

I panni sporchi si lavano... in sala giochi!

Questa bislacca chimera si compone di  un coin-op e una lavatrice (!), le due circuiterie sono collegate e potrete fare il risciacquo ai vostri calzini sporchi solo riuscite a battere il videogioco in questione. (via Boing Boing)

25 settembre 2011

Doom in punta di dita

Lo sparagnaus della ID Software pare sia l'idea per la nail art, ergo come farsi prendere un colpo ogni volta che state per mangiarvi le unghie...

 
fonte: http://www.geekologie.com/2011/09/eensyweensy-a-doom-fingernail-painting.php

23 settembre 2011

Mario in scatola

Versione cartacea analogica di Mario, si gioca racchiusa in una scatola su un nastro scorrevole. Non ci avete capito nulla? Un video vale più di mille parole...

21 settembre 2011

Atari a colori (a legno!)

Nei giorni d'oro precedenti il crollo del mercato nel 1983 i videogiochi permeavano ogni strato della cultura pop fino ai banchi di scuola, procuratevi se potete questo set di pastelli con effigiati i loghi di Dig Dug, Joust, Jungle Hunt, Centipede, Battlezone, Pengo (l'elenco continua...).

17 settembre 2011

MSX acidello

Si fa presto a dire MSX, le ultime uscite per questa macchina contano su registri hardware e relativi trucchetti non sempre presenti su tutte le macchine uscite sotto questo standard, morale della favola succede spesso e volentieri di trovarsi con questo gioco o quella demo renitenti a partire sul nostro modello. La soluzione proposta è un Acid Test in guisa di macchine virtuali da caricare su OpenMsx per provare la generale compabilità del software da voi sviluppato...

15 settembre 2011

SNES: Il prezzo dell'emulazione? 3 GHz!

Ricordo ancora l'entusiasmo alla vista dei primi emulatori Spectrum "a piena potenza" sul mio Amiga 1200 con 68030 a 50MHz, e nutrivo una certa invidia nel vedere il più modesto 486 far girare a modo Ghost'n'Goblins sul MAME. Alla fin fine la fluidità era il parametro principale su cui basarci, giunti ai giorni nostri la partita dell'accuratezza, incredibile dictu, è ancora tutta da giocare, la dura verità in questo articolo su Ars Technica.

13 settembre 2011

Orazio..che strazio! ;)

Non è un mistero che i The MoJon Twins sfuggano l'atarassia, specie quella indotta dall'afa estiva: hanno quindi pensato bene di scacciarla dedicando un nuovo capitolo alla mascotte creata da William Tang per lo spettro nero siliceo di Sir Clive Sinclair. Niente più scampagnate in montagna (o nei boschi del recentissimo episodio "in the mystic woods" di cui ho preferito di gran lunga le succose musiche piezoelettriche allo scontato omaggio a Manic Miner) o contro i ragnetti di cui ricordiamo forse l'episodio migliore degli anni '80, questa volta è ora, per l'avventato Orazio, di usare la materia grigia in un episodio se vogliamo più ragionato degli altri. Se vi trovate male e spostate i blocchi sbagliati potete sempre resettare la situazione premendo "R". Per il download andate qui




10 settembre 2011

Pacman al microscopio

PAC-mecium è una versione di Pacman congeniata da un team dell'Università di Stanford, un vero paramecio si muove in un labirinto generato in computergrafica su stimolo di un campo elettrico da voi controllato, con lo stesso principio e altri essere viventi microscopici la stessa ganga di scienziati (pazzi?) ha realizzato un Pong, un Pinball e un gioco di calcio. Voglio uno Space Invaders in cui spari ai microbi!

09 settembre 2011

Chiacchierate dal GEOS

Stufi della inaffidabile chat di facebook? Perché non riscoprire un protocollo vecchio quanto affidabile tipo IRC, meglio ancora su una piattaforma virus-free quale è il GEOS? GeoLink potrebbe fare al caso vostro...


P.S.: 700simo post! Grazie a Circuito della Sete, a.k.a. Gixio, per essersi unito al duro lavoro di gestire Altribit...

08 settembre 2011

AppleCrate II: una cesta di mele

Cosa fare con 17 Apple IIe? Tanto per cominciare se ne crea un sistema unico da dedicare al parallel computing per scopi tipo un inedito DAC a 5 bit (beccatevi questa esecuzione di "When I'm 64"!)...

06 settembre 2011

Le recensioni di Altribit: affiliamo la spada sulle tastiere più in voga degli anni '80

La breve coreografia dei titoli di testa..
                                        
Un pericoloso confronto: fiamma in arrivo
LEGEND OF KAGE (Taito 1984, Arcade)
Solitamente abile nel riprodurre i coin-op più in voga al tempo (Hyper Sports, Mikie, Ye are kung fu,Green Beret sono referenze sufficienti), l'Imagine riuscì nel tal caso a sfruttare nel peggiore dei  modi una licenza d'oro, che comunque, nonostante i pollici versi delle riviste di settore, fruttò alla casa inglese il suo bel ritorno pecuniario (grazie anche al marchio TAITO, una garanzia). Non c'è molto da dire sulla trama dietro Legend of kage, vi basti sapere che c'è l'ennesima principessa rapita che aspetta il nostro guerriero alla fine di 6 livelli brulicanti ninja accoccolata teneramente (è proprio un fascio di corna ques'uomo, altro che i samurai!) ad un demone sputafuoco. La dinamica  è decisamente interessante ed immediata (ripresa qualche anno dopo da Mirai Ninja della Tecmo e parzialmente da Ninja Spirit della Irem): il vostro personaggio (al secolo Kage significa ombra) è dotato di una doppia lama per i contatti ravvicinati (ho visto di rado tale inesperienza sessuale NdR) e di shuriken illimitate per fare fuori gli avversari a distanza; Kage è inoltre decisamente agile e veloce, in grado di arrampicarsi e di saltare da un albero all'altro con una disinvoltura impressionante. Ad onor del vero gli avversari non sono molto vari ma alcuni di loro decisamente pericolosi specie quando sbucano fuori all'improvviso oppure quando sputano fuoco, mentre gli sfondi vanno dalla foresta delle prime battute  alla reggia dov'è intrappolata la principessa Kirihime, per tornare fra alberi secolari, teatro dello scontro finale.

05 settembre 2011

Le recensioni di Altri bit: Actraiser (Enix/Quintet 1991, SNES)


Il nostro puttino alato al suo primo giorno di lavoro
Act Raiser vi cala nei panni di una divinità che deve riconquistare il suo popolo, sterminato dai demoni e ormai privo di fiducia in voi. Dalla vostra reggia costruita su di una nuvola potrete spostarvi ed intervenire là dove occorra, una per una ogni terra andrà prima liberata dai demoni che ne infestano la superficie (in modalità arcade) e poi sarà necessario risolvere dei problemi che richiederanno un buon uso della materia grigia e un po' di fantasia nell'approccio agli enigmi. Con l'aumentare della vostra potenza avrete a disposizione nuovi poteri e le popolazioni locali progredendo svilupperanno tecnologie "esportabili" laddove ce ne fosse più bisogno. Non mancheranno i colpi di scena puntualmente annunciati dal solerte putto sempre presente al vostro fianco sino al gran finale.


04 settembre 2011

PDP, informatica a peso d'oro

Sul Progetto Gutenberg è apparso un listino prezzi del PDP15 datato 1970: l'idea di pagare rispettivamente oltre 15.000$ per un modello da 4KB di memoria, fino ai 91.000$ di quello a 24KB o di sborsarne 1.200 di dollari per la sola tastiera dovrebbe farvi riconsiderare l'esosità dei PC odierni.

02 settembre 2011

Doom non è più "verboten"

Dopo appena diciotto anni la Germania s'è decisa a depennare Doom e Doom II dall'elenco dei giochi VM18, correte a comprarli se nel frattempo non siete ancora diventati maggiorenni...

01 settembre 2011

Un sabato da pirati

No, non quelli che scopiazzano dischetti a tutto andare, stiamo parlando di un "Monkey Island Revival Party" alla SoulKitchen Halle di Amburgo, sabato 17 Settembre alle 20. Il pedaggio del ponte per entrare è di 6€, con un boccale di grog omaggio ai pirati, e ricordate "Talk like a pirate!", ahr, ahr!

31 agosto 2011

Cenere sulla Piazza Rossa, Mr.Sugar: le recensioni di Altri bit


Strider(1988Capcom/1989US.Gold,Amstrad Cpc,C64, Spectrum, Amiga, Atari ST)



uno dei momenti più felici del gioco: come farsi incornare
Cpc 464/6128: Se pensavate che la versione C64 fosse orrenda, allora dovreste dare un'occhiata a questa...che, già condividendo col biscottone Commodore un nome come Tiertex, provocherà i conati a chi ha vissuto i primi anni 90 col terrore di vedere le licenze domestiche dei propri coin-op preferiti acquisite dal publisher U.S. Gold e quindi appioppate agli sciargurati coders inglesi. Il ripetitivo sibilare della spada, che immediatamente assalta i timpani, è reso con il più afono e noioso dei suoni PSG possibili, e a dirla tutta, non ascolterete molto altro durante il gioco, tranne una bozza del tema originale del primo livello curiosamente suonata un'ottava più in basso. "Closer" dei Joy Division, piuttosto, sembra la colonna sonora ideale per vivere al meglio questa quadricromia, invero ridicola messinscena dall'abito funerario (date un occhiata ai colori e poi toccatevi i testicoli, che è meglio). È impossibile andare avanti senza rischiare una retinite: la città del primo livello è stata orribilmente mutilata dello sfondo e quel che ne rimane sono i negativi degli scenari originali in costruzione (almeno sul c64 i cupoloni delle moschee erano quantomeno accennati) con delle impalcature color cenere (la tinta primaria del gioco) che scorrono a blocchi in uno sfondo terribilmente vuoto. Anche bonus e forze nemiche risultano ridotti in numero e tipologia...con dei tagli importanti come il dinosauro meccanico del quarto livello o il confronto con la sfera antigravitazionale del terzo, qua immobile al centro dello schermo senza una forza centripeta degna di sollevare il nostro eroe e farlo girare intorno.

30 agosto 2011

Mario incontra Portal

Tra gli infiniti crossover del baffuto idraulico possiamo aggiungere questo melange tra il capostipite Nintendo e la fisica ben più moderna di Portal col nome di "Mari0". Giudicate voi!

28 agosto 2011

Outrun, venticinquennale col bugfix

Quale modo migliore di festeggiare i 25 anni di OutRun che uscirsene con delle EPROM fixate da installare nel cabinato originale? Sono stati risolti alcuni problemi con la musica, la tabella dei punteggi e si può scegliere se farsi indicare la velocità in miglia o chilometri orari. La buona notizia è che funziona pure col Mame, purché seguite scrupolosamente le istruzioni!

27 agosto 2011

Investire nel retrogaming, meglio di BOT e bond?

Quanto varrà il vostro ciarpame tesoro di retrocomputing tra dieci anni? Vale la pena di soffocare tra gli scatoloni ricolmi di cartucce per Megadrive, controller NES e cavi antenna coassiali del VCS? Forse più di quanto crediate dice l'esperto Paul Hayes dalle colonne del Sun.

25 agosto 2011

Gli animali sono ammessi eccome....



Se avete urgenza di ridar vigore al vostro CBM Pet 4032, oramai superato da "qualche" lustro dai nuovi Sandy Bridge o dai "Phenomenici" AMD allora provate questa demo: vi sembrerà di avere fatto l'upgrade del secolo senza spendere una lira! In caso di malfunzionamento, vuoi per usura della macchina, vuoi perchè il codice è talmente mastino da azzannare e ridurre in brandelli la circuiteria della vostra carrett...emh! potete cmq fare un salto dal vostro vicino di casa e provarla sotto emulazione (il VICE è consigliatissimo), badando bene alle seguenti raccomandazioni di 4 Mat, Ultra & Ilike (al secolo ORB, di cui ricordiamo la bellissima Stargazer x PC è l'omonima ORB megademo x Vic20, autentico tour de force in soli 4k, diviso in DIECI parti DIECI che spingono l'hw al limite!) :


24 agosto 2011

Kinect trenta e passa anni fa

Ve la cavate col motion capture, la realtà aumentata e  gli avatar? OK, ora provateci nel 1978 con un AppleIIe, prima di gettare la spugna ammirate cosa riuscì a fare l'artista sperimentale Tom DeWitt col suo Pantomation...



23 agosto 2011

404: you're going to be eaten by grue!

ThcNet è un sito come tanti, se però cercate una qualsiasi pagina inesistente al posto del classico messaggio d'errore 404 trovate uno Zork in PHP, e stavolta siete davvero persi...

22 agosto 2011

Chaos Communication Camp 2011: un badge ubergeek!

Alla nota conferenza teutonica di hacker ed affini il collega Calamari non ha potuto far a meno di notare quanto figo sia R0ket, il badge dell'evento, una board a forma di razzo con schermo incorporato, uno Space Invaders preinstallato, kit di sviluppo scaricabile dal sito dell'evento "con bootloader, chip crypto-programmabile e bus seriale di espansione, ed implementa una rete mesh P2P in banda WiFi, comunicando messaggi a tutti gli altri badge ma solo se firmati con le chiavi crittografiche." (Fonte: Punto Informatico).

21 agosto 2011

Meglio della radiosveglia, meglio del servizio dell'ora esatta, meglio dei biscotti scaduti, meglio...

Stamattina per svegliarmi (ma chi voglio prendere in giro, sono 6 notti di seguito che lavoro e stamane non ho ancora sfiorato il cuscino) ho pensato bene di riascoltare questo "lavoretto" di Paul Slocum che ha tirato fuori il proverbiale, impensabile miracolo, dal suo amato Atari 2600: eguagliare/superare (dipende dai gusti) in resa acustica questo celebre pezzo di Rob Hubbard che ascoltavamo 25 anni fa in contemplazione dello schermo dei titoli di Thrust su C64. Ricordiamo che esiste anche il resto del gioco, fedele in tutti gli aspetti, vettori e gravità inclusi!


20 agosto 2011

INDICE DELLE RECENSIONI

      Ali Baba and 40 thieves (Arcade, MSX, C64, Spectrum)     
      Attack of Killer Tomatoes (Nes)


B)  Blork (Amiga)
      Bold (Atari ST)

D)  Dragon Breed (Arcade, Amiga, Atari ST, C64, Spectrum, Amstrad)  
      Drunken Master (PC Engine)

F)  FIretrack (Acorn BBC/Electron, C64)

H)  Hysteria (C64, Spectrum)

I)   I.O. - Into Oblion (C64)
     Ikari Warriors (C16)

K)  Karnov (Arcade, C64, Spectrum, Amstrad Cpc, Dos, Nes) 

L)  Legend of Kage (Arcade, C64, Spectrum, Amstrad Cpc, Nes, Msx, Sharp X1)

O) Oids (Atari St, Mac)

P) Panorama Cotton (Megadrive)

S) Spin Pair (PC Engine)
     Stormlord (Oric)
     Street Hassle (C64, Amiga, Spectrum, Nes, PC Dos)
     Strider (Amstrad Cpc)
         
T)  The Amazing Rocketeer (Spectrum)
     The President Is Missing (C64, Amiga, Atari ST, PC DOS)
     The Sacred Armour of Antiriad (Amstrad Cpc, C64, Spectrum, TRS 80 Model 3, PCDos,
      Apple 2, Sharp MZ800

V)  Vampire's Empire (Amiga, Atari ST, C64, Spectrum, Msx1)

W) Wec le Mans (Arcade,Amstrad Cpc, C64, Spectrum, Msx1)
      Wolverine Adamantium Rage (Megadrive, Snes)

18 agosto 2011

Maniac Mansion, la serie TV

Non mi risulta sia mai arrivata in Italia ma l'allora Lucasfilm trasse un telefilm dalla fortunata avventura grafica antenata di Zac McKracken e Day of the Tentacle. A voi uno spezzone...


16 agosto 2011

Atari a lutto

Ci ha lasciato in un tragico incidente ferroviario Radek Štěrba, alias RASTER, ironia della sorte ha voluto che la sua ultima demo, omaggiando Matrix e il basic Atari 8bit, si concluda con la morte del cursore. Riposa in pace.



15 agosto 2011

Rambo II: la vendetta incompiuta

La schermata di caricamento di Rambo II su C64 era alquanto blanda, STE'86, caso unico di grafico commerciale attivo da quell'epoca ai giorni nostri sempre sull'8 bit della Commodore, ha deciso di prendere il toro per le corna e renderle giustizia. Sull'onda dell'entusiasmo generale ne è nata una competizione al miglior remake estetico di quell'immagine, iscrivetevi numerosi!


14 agosto 2011

2012: fine del mondo... sul TRS-80

Col baco dell'anno 2000 alle spalle e quasi un trentennio prima di doverci (pre)occupare del fatidico 2038 su UNIX e Amiga, il calendario Maya parrebbe l'unico a regalare imminenti grattacapi. Ma la fine del mondo come lo conosciamo è una ben piccola seccatura rispetto a quel che aspetta gli utenti TRS-80: il loro LDOS non immagazzina date superiori al 2011 e qualcuno cerca di metterci una pezza tra l'indifferenza degli ignari civili.

09 agosto 2011

Qual'è la settima arte del GBC?

Direttamente dal "lontano" 2000, anno in cui in cui si presagiva quel che oggi è la norma, ovvero vedere film sulla propria console portatile (andatelo a dire ad A.C. Clarke e S. Kubrick che profetizzavano che per il ventunesimo secolo si sarebbero già trovati PC dotati d'intelligenza artificiale autonoma) ecco a voi l'impressionante intro di Cannon Fodder per Gameboy Color in FMV (il bello inizia da  0:19).... Purtroppo visto che la CPU è occupatissima e non essendovi canali PCM e chip audio svincolati e dedicati alla causa la musica digitalizzata è abbastanza confusa...cmq alla faccia del CD32!!




06 agosto 2011

La pietà di Mario

Omaggio all'omonimo capolavoro di Michelangelo da parte del designer Lewandowski, anche le dimensioni sono considerevoli per un'opera dedicata al retrogaming. Segnalazione vecchia ma ancora valida da Randy^Comax.

04 agosto 2011

Welcome to fantasy zoo




Fra la numerose conversioni per computer/consoles del capolavoro di Yu Suzuki poteva mancarvi una, postuma,  per Atari 8bit ?
Seguiamo il progetto da tempo oramai (e 10 lustri di work-in progress non sono mica bruscolini!) , e ora che l'autore è arrivato alla release finale (rilasciata circa un mesetto fa NdR) l'unico rimbrotto possibile da fargli, dopo i doverosi complimenti, è che i colori sono un tantino smorti....ma è il prezzo da pagare per aggirare i severi limiti cromatici del chip ANTIC. Per il resto è superiore alla versione c64 (quella USA, of course) e persino a quella Master System (che non ho mai gradito troppo)e di poco sotto alla rarissima versione Fujitsu FM77,  più pulita nonostante il numero inferiore di  frames d'animazione. Tornando in casa Atari, faccio presente che dimensione degli sprites e fluidità dello scaling sono incredibili. Da notare anche che gli effetti campionati non interrompono il gioco... Scaricate la rom e giudicate voi!


03 agosto 2011

Space Invaders piccino, picciò!

 Mini-cabinato ripieno di interiora di GBA per il più piccolo Space Invaders sulla piazza, ideale per presbiti dalle mani minuscole...

02 agosto 2011

Vanterie da prima pagina

Sto in prima pagina su Pouet di oggi, principale luogo di cazzeggio ritrovo dei demoscener, per aver vinto la competizione indetta da ArtCity. Macno direbbe "Spandimerding at its finest!".

01 agosto 2011

Doom, un Partenone di sangue


Viktor Timofeev dice la sua sull'architettura di Doom, le sue texture, il design dei livelli, quella che definisce un'esperienza di cyber-archeologia. V'avviso, è più pesante della "Corazzata Potemkin"!

31 luglio 2011

Bibbicci'...la fortuna è averti qui



La RetroSoftware non sembra minimamente intenzionata ad abbandonare il suo 8 bit del cuore: fra i lavori in corso c'è infatti il ripescaggio  per la pubblicazione a dicembre di questo "Blurp", clone di Teddy Boy Blues la cui programmazione era in stallo da un fracco di anni..fino ad oggi, in cui Rich Talbot-Watkins si è deciso a riprenderlo in mano per ritoccarlo e pubblicarlo dopo che il suo vecchio "Onslaught", archetipo del gioco,  fu respinto negli anni '90 dalla Superior a causa di un mercato, quello del BBC, oramai in piena decadenza....quest'uomo avrà smaltito finalmente la delusione? L'engine che muove Blurp è snocciolato dall'autore in un resoconto a puntate con dovizia tale da svergognare il diario di Martin Walker, per non parlare dell'editor per creare gli sprites più ghiribizzosi.
Il gioco dal video sembra scorrere bene (rapportato ai limiti dell'HW), graficamente è vestito di tutto punto con le nuances della fascinosa oligocromia Acorn (sebbene venga fatto il possibile per cambiare le carte in tavola da un livello all'altro) e pare persino divertente (di certo non stomachevole come il titolo)! Ne sarà felice una nostra vecchia, infida conoscenza (tremo al solo pensiero di  farne il nome, viste le paranoie del mio compare). ...comunque vada, il nostro Richard ce ne assicura una copia per questo Natale!

Raid di Antiriad a Ryad di un Tal dei tali


il bozzetto originale di Dan Malone
Scrivere un commento di The Sacred Armour of Antiriad (nella sua incarnazione originale su c64 NdR), a distanza di tanti anni, è come arrivare in cima ad una montagna e guardarsi indietro ad osservare i propri passi: vedi il sentiero che hai percorso ma questo è così lontano che lo distingui appena.
I ricordi tradiscono la realtà e vedere che al giorno d'oggi si possa finirlo in poco meno di 10 minuti fa male.