24 ottobre 2007

Turrican e Hulsbeck: separati alla nascita


La Rainbow Arts non ha mai brillato per originalità, rilasciava titoli eccezionali ispirati senza troppi complimenti ad altri classici (a volte superandoli, la lista è troppo lunga per riportarla in questa sede). Qualcuno si era già accorto che la schermata di caricamento del primo Turrican era un calco quantomeno spudorato di una copertina di un album dei Manowar, ma per il volto del protagonista della saga più amata della casa di Colonia hanno pensato bene di risparmiarsi nuove beghe legali e di cercare l'ispirazione entro le quattro mura della sede principale. Il bravo Celal Candemiroglu, l'artista turco autore di tutto l'artwork delle loro confezioni e poster, deve essere rimasto fulminato dalla mascella squadrata e dalla linearità quasi meccanica dei tratti del viso di Chris Hulsbeck, leggendario musicista in-house della R.A., non so quanti altri si sono accorti della sfacciata somiglianza (chiedo venia per il penoso fotomontaggio arrangiato in due minuti col Gimp)

1 commento:

parside ha detto...

a dire il vero non me ne ero mai accorto ma forse perchè ai tempi non sapevo che faccia avesse il mitico musicista che tanto ci ha fatto sognare.